Andrea Camilleri

Andare in basso

Andrea Camilleri Empty Andrea Camilleri

Messaggio Da Lilith il Mer Lug 17, 2019 11:02 pm

Nato a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, è stato un popolare scrittore, attivo anche come regista. 

Iscritto alla facoltà di Lettere, non consegue la laurea ma inizia comunque a scrivere racconti e poesie e a studiare regia. Si iscrive al Partito Comunista Italiano e per questo motivo non viene assunto in RAI, pur avendo superato con successo un concorso per funzionari nel 1954. 

Nel 1958 porta in Italia il teatro dell'assurdo di Samuel Beckett e prosegue la sua attività sul palcoscenico, con uno sguardo rivolto a Pirandello. Nel 1978 esordisce come scrittore, attività che non lascerà mai. 

Dopo gli esordi in sordina, diventa famoso oltre i confini nazionali, soprattutto come autore di romanzi polizieschi, grazie al riuscito personaggio del Commissario Montalbano (portato con successo anche in TV). 

Vincitore tra gli altri dei premi "Bancarella" e "Flaiano" (quest'ultimo per la narrativa), Camilleri è annoverato tra gli scrittori italiani più ricercati, con oltre dieci milioni di copie vendute. Nel 2014 gli viene consegnato a Barcellona il IX Premio Pepe Calvalho, riconoscendo in lui «uno dei più autentici rappresentanti del noir mediterraneo».

Il 17 luglio 2019 muore a Roma, dopo un mese di ricovero in ospedale per un arresto cardiocircolatorio.

_________________
Il meglio del vivere sta in un lavoro che piace e in un amore felice.

(Umberto Saba)
Lilith
Lilith
Admin

Messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 09.04.18
Età : 59
Località : Italia

Torna in alto Andare in basso

Andrea Camilleri Empty Re: Andrea Camilleri

Messaggio Da Lulù il Gio Lug 18, 2019 2:56 pm

Conoscevo solo gli episodi di Montalbano e la costruzione nell'ambiente siciliano.
Lulù
Lulù

Messaggi : 1486
Data d'iscrizione : 25.04.18
Età : 71

Torna in alto Andare in basso

Andrea Camilleri Empty Re: Andrea Camilleri

Messaggio Da Lilith il Mer Lug 24, 2019 1:03 pm

Andrea Calogero Camilleri (nato Porto Empedocle, 6 settembre 1925 –morto Roma, 17 luglio 2019) è stato uno scrittore, sceneggiatore, regista, drammaturgo e insegnante italiano, famoso per aver creato la serie di romanzi dedicati al commissario Montalbano, da cui è stata tratta l'omonima serie televisiva, oltre ad aver insegnato regia all'Accademia nazionale d'arte drammatica.

Una peculiarità di alcuni romanzi di Camilleri è l'uso di un particolare linguaggio commisto di italiano e siciliano. Come sue prime opere letterarie Camilleri scrisse poesie che rispettavano scrupolosamente le regole di composizione e usavano il linguaggio letterario italiano. Le sue poesie furono premiate in concorsi poetici importanti e furono riconosciute come notevoli, tanto che Giuseppe Ungaretti le fece stampare in una sua antologia e lo stesso fece Ugo Fasolo. In seguito lo stesso Salvatore Quasimodo insistette per avere delle sue poesie da pubblicare. Il nuovo interesse per il teatro fece però abbandonare a Camilleri la poesia, anche se continuò con la scrittura di brevi racconti in italiano. Questo fino a quando, avendo deciso di voler rappresentare opere teatrali sue con parole sue, si rese conto di non riuscire a esprimersi in italiano in opere di grande respiro, e così smise di scrivere sia in versi sia in prosa.
Lavorando per il teatro Camilleri s'imbatté nelle opere in dialetto di Carlo Goldoni e del Ruzante e da lì gli nacquero l'amore per Gioacchino Belli e Carlo Porta e la scoperta dell'uso letterario del siciliano, che gli fece tornare la voglia di scrivere.
Il particolare linguaggio di Camilleri si formò quando, assistendo in ospedale suo padre morente, volle raccontargli una storia che avrebbe voluto pubblicare ma che non era capace di comporre in italiano: fu suo padre a suggerirgli di scriverla come gliel'aveva raccontata.
Tuttavia uno scrittore che volesse essere compreso da tutti non poteva esprimersi completamente in siciliano, pertanto occorreva adottare un linguaggio equilibrato dove i termini dialettali avessero la stessa qualità e significanza, la stessa risonanza di quelli italiani. Fu un duro lavoro di elaborazione che continua tuttora, ad esempio nei romanzi scritti in vigatese dove la base del lavoro è sempre una iniziale struttura in lingua italiana, con cui mescolare i termini tratti non dalla letteratura alta ma dai vari dialetti siciliani comunemente parlati.
«... Non si tratta di incastonare parole in dialetto all'interno di frasi strutturalmente italiane, quanto piuttosto di seguire il flusso di un suono, componendo una sorta di partitura che invece delle note adopera il suono delle parole. Per arrivare ad un impasto unico, dove non si riconosce più il lavoro strutturale che c'è dietro. Il risultato deve avere la consistenza della farina lievitata e pronta a diventare pane.»

_________________
Il meglio del vivere sta in un lavoro che piace e in un amore felice.

(Umberto Saba)
Lilith
Lilith
Admin

Messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 09.04.18
Età : 59
Località : Italia

Torna in alto Andare in basso

Andrea Camilleri Empty Re: Andrea Camilleri

Messaggio Da Lulù il Sab Set 21, 2019 4:32 pm

Un lavoro difficile.
Lulù
Lulù

Messaggi : 1486
Data d'iscrizione : 25.04.18
Età : 71

Torna in alto Andare in basso

Andrea Camilleri Empty Re: Andrea Camilleri

Messaggio Da Lilith il Dom Set 22, 2019 1:00 am

a lui riusciva bene

_________________
Il meglio del vivere sta in un lavoro che piace e in un amore felice.

(Umberto Saba)
Lilith
Lilith
Admin

Messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 09.04.18
Età : 59
Località : Italia

Torna in alto Andare in basso

Andrea Camilleri Empty Re: Andrea Camilleri

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum